Bonus formazione 4.0 per le imprese

Bonus formazione per le imprese

Dicembre 14, 2021

Il “Bonus Formazione 4.0 per le imprese” è un credito d’imposta a sostegno della  trasformazione digitale delle imprese.

Introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 nel merito del Piano Nazionale Industria 4.0 e successivamente definito con l’ordinanza del 4 maggio 2018, l’incentivo è stato successivamente confermato ed esteso e nell’ambito del Piano Nazionale Transizione 4.0,  il nuovo piano nazionale di politica industriale finanziato dalla Legge di Bilancio 2021.

Cos’è il Bonus formazione

Uno dei nuovi incentivi è il Bonus Formazione 4.0 per le imprese che consente alle aziende di investire nella formazione dei dipendenti, così da poter  diffondere le competenze relative alle nuove tecnologie nell’ambiente imprenditoriale.

L’obiettivo di questo sistema è aiutare le aziende ad acquisire le conoscenze in ambito delle nuove tecnologie, attraverso un rimborso dei costi di formazione del personale.

L’obiettivo è aumentare l’efficienza degli investimenti in nuove tecnologie da parte delle imprese italiane. A loro vantaggio, potranno ridurre i costi di formazione del personale per l’uso dei beni strumentali rientranti nelle categorie indicate dal MISE.

Come funziona

Il credito d’imposta è calcolato sulla base delle ore in cui i dipendenti hanno seguito la formazione (quindi è indipendente dall’investimento tecnologico).

Le ore di formazione svolte dai dipendenti devono essere inserite in un apposito registro. Dovrà essere firmato dai dipendenti e vidimato da un ente esterno certificato. Il credito d’imposta è calcolato -su base annua- dalle ore di formazione ricevute dai dipendenti, tenendo conto del costo dell’attività indicato in busta paga. Il 50% del valore così ottenuto diventa credito d’imposta, utilizzabile dal mese di febbraio all’anno successivo a quello in cui si è svolta la formazione.

CHI PUò ADERIRE

Tutte le società, qualunque la loro natura giuridica, settore economico, le dimensioni, il sistema contabile e le loro entrate fiscali, possono partecipare a questa detrazione fiscale.

Sono invece escluse le imprese in liquidazione, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale o con qualsiasi altra procedura concorsuale in corso.

Inoltre, i professionisti, ovvero soggetti il cui reddito risultati derivi da un’attività autonoma, non possono beneficiare del credito d’imposta Formazione 4.0.

Articoli correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Vuoi conoscere la nostra Privacy Policy clicca qui: Privacy Policy Innovation Manager

Chiudi